sabato 31 ottobre 2009

The Coup: Party Music (2001)

Con questo mirevole artwork, confenzionato da un preveggente analista fantapolitico (l'album in questione è stato pubblicato nel giugno 2001, ben tre mesi prima del disastro vero) o da un agente della C.I.A. riciclatosi come grafico dopo il cestinamento dei rapporti redatti su Al-Qā‘ida dall'intelligence americana, apriamo la galleria degli attentati retinici di matrice Photoshoppiana.
Va sottolineato che tutto l'aspetto relativo alla sciatta gabbia visiva ed alla pessima distribuzione dei titoli che galleggiano su allineamenti dispersivi e vacui, passa in secondo piano dinanzi all'incredibile fotomontaggio delle esplosioni (assai rozzo dal punto di vista del dettaglio tecnico seppur efficace visivamente) che restituisce ai nostri occhi un ricordo molto aderente delle autentiche dinamiche legate ai fatti dell'11 settembre.
Soffermandoci sugli aspetti secondari di questa cover, non si può notare quanto ridicolo sia il congegno che aziona Raymond "Boots" Riley (più simile ad un autoradio che ad un detonatore al tritolo), e l'ironia al vetriolo che coniuga la "festa" citata nel titolo con quella che sventra i due palazzi.
Un raro caso di surclassamento della fantasia da parte della realtà.

3 commenti:

Grig ha detto...

O_O dà i brividi sta cosa... cioè non solo la macabra previsione, dico, ma il fatto è che questi grafici avevano a disposizione photoshop 07 e son riusciti a sfornare sta cosa degna di una copertina ad aerografo...

No cover art ha detto...

Secondo me questo qui era rimasto al paint di windows 1.0

Grig ha detto...

AHAHAHAH! :D vero

 

© No Cover Art
Revolution Elements by Blozard. Original WP theme by Jason Schuller | Distributed by Deluxe Templates