venerdì 15 gennaio 2010

Michael Bolton: Michael Bolton (1975)

L'elogio tardo rococò manifesto dall'estremismo tricologico del giovine Bolton, rappresenta di gran lunga l'opera più complessa e articolata della trentennale carriera del cantante americano (eccezion fatta per il duetto di "Tanti auguri" in coppia con Raffaella Carrà).
Neanche l'ensemble capillifero del Leone Codardo può pareggiare cotanta magniloquenza architettonica.

2 commenti:

Grig ha detto...

no ma quelli sul petto sono capelli. mica peli.

vero?

No cover art ha detto...

Pelo, capello, tutta produzione naturale della villosa ditta Bolton

 

© No Cover Art
Revolution Elements by Blozard. Original WP theme by Jason Schuller | Distributed by Deluxe Templates